Cura contro il Cancro e Farmaco DCA

Esistono almeno 200 forme di tumore, categorizzate in base all’organo o al tessuto colpito e ogni tumore, anche se dello stipo tipo, si comporta in maniera diversa in ciascun malato.

L’unica certezza, ad oggi, è che non esisterà mai un’unica cura per tutti i tipi di tumore, perché il cancro cambia nel tempo e a volte sfugge alle terapie.

Servono molto tempo e grandi investimenti per portare sul mercato un nuovo farmaco e sicuramente non sarà in grado di curare ogni paziente indistintamente da ogni forma di tumore.

Fatto questo breve chiarimento a volte, però, vengono scoperte anche cure di cui non si parla spesso, ma che possono aiutare a rallentare il decorso della malattia.

N.B. Prendi queste informazioni a titolo esclusivamente informativo, come un approfondimento che spiega brevemente cos’è il dca. Rivolgiti sempre allo specialista per la cura della malattie, questo vale per ogni tipo di patologia.

Il farmaco DCA, dicloroacetato, è una possibile cura contro il cancro; si tratta di un piccolo composto chimico, utilizzato in terapia sotto forma di sale iodato, a cui sono state associate diverse proprietà terapeutiche.

Cura contro il cancro: DCA

Il DCA sembra essere in grado di stimolare la sintesi di energia, attraverso processi ossidativi che avvengono all’interno di mitocondri, sfavorendo, allo stesso tempo, il processo della glicolisi, responsabile della morte cellulare programmata.

Questo farmaco particolare e innovativo è stato testato in diversi trial clinici nel trattamento di varie tipologie di tumori solidi, quali:

  • carcinoma intestinale
  • carcinoma prostatico
  • tumore mammario
  • linfoma di non-Hodgkin’s

Viene inoltre impiegato nel trattamento di acidosi lattica in malattie mitocondriali.

Vedi Anche:  Giornata Internazionale per L’eliminazione della Violenza Contro le Donne

DCA tumore: possibili effetti indesiderati

Solitamente il farmaco è una sostanza ben tollerata dall’organismo, tuttavia il principale effetto avverso comune, specie in dosaggi massivi, è rappresentato dalla neuropatia periferica.

Altri disturbi che possono insorgere riguardano disturbi gastrointestinali, come vomito, nausea o diarrea e aumento di enzimi epatici.

Però come sappiamo, si tratta di effetti indesiderati che si presentano anche nella somministrazione della classica chemioterapia.

Farmaco dicloroacetato: come acquistarlo?

Un paziente italiano che volesse acquistare farmaci galenici a base di dicloroacetato, dovrà richiedere al medico la presentazione di una ricetta ripetibile valida per 6 mesi, per un numero massimo di 10 operazioni.

Con questo tipo di ricetta sarà sufficiente presentarsi in farmacia per richiedere la preparazione del dicloroacetato sodico, che il farmacista realizzerà alla dose indicata dal medico.

Ma per quanto tempo si può assumere questo farmaco?

Diciamo che non esistono delle vere e proprie linee guida di utilizzo, ma sarà il medico che deciderà, in base alle specifiche necessità, la migliore terapia da utilizzare.

Ricordiamo di consultare sempre il medico o lo specialista per maggiori informazioni.

Chiudi il menu